Recensione “Due sirene in un bicchiere” – Federica Brunini

Autore : Federica Brunini
Casa Editrice : Feltrinelli

“ (…) il momento in cui qualcosa avviene è sempre quello giusto…”

Non si arriva per caso su quest’isola del mediterraneo, dove al b&b delle Sirene Stanche si entra da un portone color turchese. Quattro stanze, una cucina sempre attiva ed una grande terrazza vista mare. Ci si arriva soltanto dopo una conferma di soggiorno ma non prenotando con il classico iter bensì attraverso una lettera con una valida motivazione da inviare con la propria richiesta e lettera in cui elencare i motivi, attendendo poi con ansia una busta azzurra con il simbolo di una sirena come conferma. 
Lisa, Eva, Jonas, Olivia e Lara, i cinque nuovi ospiti che approdano sull’isola per una vacanza che promette di rimettere in forma corpo e anima, una vacanza  che li aiuterà a trovare le risposte che cercano, lontani da cellulari e tecnologia ma con tanta arte, cucina, chiacchiere e relax.

Accolti da Tamara, una pittrice di mezza età che ama il mare, la solitudine ed il silenzio nel suo atelier, e da Dana, una giovane trentenne che migliora la vita di tutti con lo yoga, la meditazione ed i suoi speciali centrifugati.  Tra tante giornate di sole, avventure ed una nottata drammatica che tiene tutti con il fiato sospeso, gli ospiti trasformeranno la loro vacanza in un momento necessario in cui scoprire chi sono ma soprattutto cosa vogliono diventare, se sono davvero chi dichiarano di essere oppure mentono al mondo ed a se stessi.

Un racconto davvero molto interessante, che fa riflettere su chi siamo davvero, da cui ogni lettore sicuramente prenderà degli spunti importanti comprendendo se veramente quello che succede è l’unica cosa che sarebbe potuta accadere.

Gianpiero

1 commento

Trackbacks & Pingbacks

I commenti sono chiusi.